venerdì 29 agosto 2008

The Big Kahuna



Goditi potere e bellezza della tua gioventù.

Non ci pensare.
Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite.
Ma credimi, tra vent’anni guarderai quelle tue vecchie foto
In un modo che non puoi immaginare adesso.

Quante possibilità avevi di fronte
e che aspetto magnifico avevi!
Non eri per niente grasso come ti sembrava.

Non preoccuparti del futuro.
Oppure preoccupati ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un’equazione algebrica.

I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non ti erano mai passate per la mente, di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio.

Fa’ una cosa ogni giorno che sei spaventato: canta!

Non essere crudele col cuore degli altri.
Non tollerare la gente che è crudele col tuo.

Lavati i denti.

Non perdere tempo con l’invidia: a volte sei in testa, a volte resti indietro.
La corsa è lunga e, alla fine, è solo con te stesso.

Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti.
Se ci riesci veramente, dimmi come si fa…

Conserva tutte le vecchie lettere d’amore,
butta i vecchi estratti-conto.

Rilassati!

Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita.
Le persone più interessanti che conosco a ventidue anni non sapevano che fare della loro vita.
I quarantenni più interessanti che conosco ancora non lo sanno.

Prendi molto calcio.

Sii gentile con le tue ginocchia,
quando saranno partite ti mancheranno.

Forse ti sposerai o forse no.
Forse avrai figli o forse no.
Forse divorzierai a quarant’anni.
Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio.
Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso,
ma non rimproverarti neanche: le tue scelte sono scommesse,
come quelle di chiunque altro.

Goditi il tuo corpo,
usalo in tutti i modi che puoi,
senza paura e senza temere quel che pensa la gente.
E’ il più grande strumento che potrai mai avere.

Balla!
Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno.

Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai.
Non leggere le riviste di bellezza:
ti faranno solo sentire orrendo.

Cerca di conoscere i tuoi genitori,
non puoi sapere quando se ne andranno per sempre.
Tratta bene i tuoi fratelli,
sono il miglior legame con il passato
e quelli che più probabilmente avranno cura di te in futuro.

Renditi conto che gli amici vanno e vengono,
ma alcuni, i più preziosi, rimarranno.
Datti da fare per colmare le distanze geografiche e gli stili di vita,
perché più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane.

Vivi a New York per un po’, ma lasciala prima che ti indurisca.
Vivi anche in California per un po’, ma lasciala prima che ti rammollisca.

Non fare pasticci con i capelli: se no, quando avrai quarant’anni, sembreranno di un ottantacinquenne.

Sii cauto nell’accettare consigli,
ma sii paziente con chi li dispensa.
I consigli sono una forma di nostalgia.
Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio,
ripulirlo, passare la vernice sulle parti più brutte
e riciclarlo per più di quel che valga.

Ma accetta il consiglio… per questa volta.

Tutti gli uomini sanno dare consigli e conforto al dolore che non provano.
(William Shakespeare)

giovedì 28 agosto 2008

Riorganizzazione del Laboratorio Fotografico

La parola fotografia ha origine da due parole greche: φως (phos) e γραφίς (graphis). Letteralmente quindi fotografia significa scrivere (grafia) con la luce (fotos).

Ieri ho pensato di riorganizzare il mio secondo spazio su picasa, quello dove conservo i miei scatti migliori, in un modo più articolato, in modo che sia di più facile consultazione, almeno spero:


TRAMONTI:

Da Tramonti
MARE:

Da Mare

ANIMALI:

Da Animali

ANGOLI DI PARADISO:
i posti più suggestivi e più belli che ho fotografato

Da Angoli di Par...

CREATIVITA' URBANA:
foto scattate con soggetti creati dall'uomo rapportate al contesto ambientale

Da Creatività Ur...

NOTTURNE:

Da Notturne
M'ILLUMINO D'IMMENSO:
le mie foto più belle e particolari

Da M'illumino di...

BLUE MOON:

Da Blue Moon

RITRATTI:

Da Ritratti

IL MERCATE DEI SOGNI:
l'album dei miei ritocchi digitali

Da Il mercante d...

PANORAMICHE:

Da Panoramiche

MACROFOTOGRAFIA: FIORI

Da Macro fotogra...

MACROFOTOGRAFIA: ANIMALI

Da Macro Fotogra...

Non bisognerebbe mai giudicare un fotografo dal tipo di pellicola che usa, ma solo da come la usa.
(Ernst Haas)

Viaggio clandestino tra allucinazioni e panico


Ho sbagliato per sbagliare non perche' lo dite voi

E non mi pento proprio, sono in riserva ormai
Io ci credo in quel che voglio e forse voglio farmi male
Ma non mi riconosco in quello che conviene
Mi piace scivolarvi fuori da ogni calcolo
Per riportarmi in riga servira' un miracolo
Complici e simili da credere alle favole
Coi nostri sogni in gola questa notte sembra fatta per noi...

Che non ci guarderemo indietro mai
Non ci guarderemo indietro mai

Traghettato da un destino a volte sordo e malinconico
In un viaggio clandestino tra allucinazioni e panico
Forse perche' so di avere un diamante tra le mani
Un morbido rifugio per tempi meno buoni
Mi spinge sul divano lo so che ha gia' deciso
E resto senza fiato tra l'inferno e il paradiso
Scioglie I capelli in boccole di nuvole
Il suo sapore e' miele e questa notte sembra fatta apposta per noi...

Che non ci guarderemo indietro mai
Non ci guarderemo indietro mai

Se il destino di un uomo è annegare, annegherà anche in un bicchier d'acqua.
(Proverbio Yiddish)

mercoledì 27 agosto 2008

Haiku "Amore"

Forza dell'onda
rugiada estiva
grano maturo

Smile



Don't it make you smile? (2x)
When the sun don't shine it don't shine at all...
Don't it make you smile?
Don't it make you smile?
Don't it make me smile? Yeah...
When the sun don't shine it don't shine at all...yeah...
Don't it make me smile?
I miss you already yeah...I miss you always...
I miss you already yeah...I miss you all day...
This is how I feel...
I...I miss you already yeah...I miss you always...
The crooked heart swells all around, yeah...I miss you all day...
The crooked heart swells around, yeah...
Don't it make you smile? (2x)
The crooked heart swells around...

Un sorriso non dura che un istante, ma nel ricordo può essere eterno.
(Friedrich von Schiller)

lunedì 25 agosto 2008

Haiku "Vivo"

Un sempre nel mai
controcampo sfuocato
alba di notte

Perfect



I know we're just like old friends

We just can't pretend
That lovers make amends
We are reasons so unreal
We can't help but feel that something has been lost

But please you know you're just like me
Next time I promise we'll be
Perfect
Perfect
Perfect strangers down the line
Lovers out of time
Memories unwind

So far I still know who you are
But now I wonder who I was...

Angel, you know it's not the end
We'll always be good friends
The letters have been sent on

So please, you always were so free
You'll see, I promise we'll be
Perfect
Perfect strangers when we meet
Strangers on the street
Lovers while we meet

Perfect
You know this has to be
We always we're so free
We promised that we'd be
Perfect

L'amore, come la morte, cambia tutto
(Gibran, Kahalil)

venerdì 22 agosto 2008

Haiku "la maschera"

Ci sono momenti in una vita in cui ti crollano delle certezze che lasciano tutto sfocato. Ci sono momenti in cui ti rendi conto che pensavi di conoscere una persona, per renderti conto che conoscevi solo la trasfigurazione fatta dalla tua mente. Ci sono momenti in cui occorre dare un colpo di reni e ripartire da capo anche senza una colonna su cui si ci è appoggiati negli ultimi 8 anni.
Un blu intenso
e terra bruciata
infondo sola

Ridiamo un pò: Chiavi di Ricerca

Inauguriamo oggi questa nuova rubrica mensile, dove saranno proposte le chiavi di ricerca più bizzarre che usano gli utenti nei motori di ricerca, per arrivare a Granburrone.

A Luglio abbiamo avuto utenti che sono arrivati a trovarci digitando: adulti che giocano si ma a cosa....? lo so io cosa cercavi porcellone... Ma anche persone con fede mistica, tanto da cercare amicizia uomo donna bibbia, come se la Bibbia trattasse di queste cosucce, anche se capisco che sia un atto di fede credere nell'amicizia fra i due sessi. Sicuramente chi ha digitato geneticamente e fisiologicamente alieno si aspettava di finire sul blog di Rosy Bindi e invece sorpresa! Speriamo non se ne sia preso troppo a male.... Pagate noccioline avrete scimmie davi ancora non capisco che cercava... mah...date retta a me fumare fa male... Come di buona tradizione non ci facciamo mancare nulla ed ecco che qualcuno ha pensato che avessimo anche persone con due teste oppure riccio in amore, che fra parentesi deve essere anche un animale un po' sadomaso, pensateci bene....

Tutti siamo nati matti. Qualcuno lo rimane.
(Samuel Beckett)

giovedì 21 agosto 2008

40 anni fa la fine della Primavera di Praga

clipped from www.lastampa.it
Il 21 agosto 1968 200mila soldati del Patto di Varsavia occupano la Cecoslovacchia. E' la fine della Primavera di Praga: il periodo di parziale liberalizzazione politica ed economica iniziato sette mesi prima dal segretario del partito comunista cecoslovacco Alexander Dubcek . Inizialmente i sovietici hanno preso tempo ed ancora il 3 agosto l'uomo forte dell'URSS, Leonid Breznev ha visitato Bratislava e firmato un accordo con un sorpreso e speranzoso Dubcek; solo un abile manovra di realpolitik per prendere tempo. Il 21 agosto scatta l'invasione. In un nuovo incontro con Dubcek, che viene defenestrato, Breznev mostra il volto duro del socialismo reale. Su Praga torna a scendere la cortina di ferro .


Una relazione del ministero degli Esteri ha stabilito che nelle scuole il periodo ' 48-89 viene a malapena menzionato. Da qui l' ordine: «Rifate i manuali». I ragazzi sanno poco o niente di quel periodo che ora la legge definisce «genocidio comunista»: degli 8mila morti durante i lavori forzati, dei 251 prigionieri politici giustiziati, dei 250mila finiti in carcere, dei 400mila fuggiti all' estero, di Kundera costretto a imparare il francese, di Milos Forman emigrato a Hollywood, di un' intellighenzia dispersa. Un' organizzazione, «People in Need», sta adesso facendo vedere nelle scuole dei documentari su quel periodo, finanziata dal governo. «A me sembra - dice il suo presidente Vojtech Filip - che abbiamo un enorme problema con il nostro passato. Negato? No, sconosciuto».

AGOSTO 1968 L' INVASIONE La fine della Primavera I carri armati La parabola di Dubcek Jan Palach CONTRO I SOVIETICI
Nella notte tra il 20 e il 21 agosto del ' 68 i blindati del Patto di Varsavia, guidati da Mosca, invasero l' allora Cecoslovacchia. Numerosi gli episodi di resistenza pacifica Segretario del partito comunista cecoslovacco dal ' 68 al ' 69, Alexander Dubcek (nella foto con un sostenitore) tentò senza successo la riforma del socialismo Contro l' invasione, il 19 gennaio 1969 lo studente Jan Palach si diede fuoco in piazza Venceslao a Praga. Nella foto, il suo memoriale Il nuovo codice penale LA RIFORMA La Camera della Repubblica Ceca ha approvato la riforma del codice penale, prima ispirato dai giuristi sovietici, ora più conforme alle direttive di Bruxelles LA NORMA Tra le nuove leggi: sarà punito da 6 mesi a 3 anni chi nega il «genocidio comunista»

Il 1956, è l' anno della brutale invasione ungherese da parte dei carri armati sovietici, che fecero 25.000 morti e 250.000 profughi.

Il Partito Comunista Italiano, tranne pochissimi iscritti (anche perchè i dollaroni di Mosca, servivano...), approvò e benedisse quell' invasione, compreso Giorgio Napolitano, che ora dichiara d'essersi sbagliato.

Chissà che confusione provò ancora Napolitano, qualche anno dopo , quando tutto si ripetè a Praga...

«Il comunismo non è amore. Il comunismo è un maglio che si usa per schiacciare il nemico.»
(Mao Zedong)

I Figli di Húrin

Ho appena finito di leggere "I Figli di Húrin", il libro postumo pubblicato quest'anno dal figlio di Tolkien.

Sicuramente non è una lettura di facile impatto, chi lo compra non deve aspettarsi il "Signore degli Anelli" o "lo Hobbit", ma nemmeno la complessità del "Silmarillion". I fatti narrati, sono molto antecedenti alla storia di Aragorn e Frodo, e nello stesso LOTR, si fa un paio di volte riferimento alla leggenda di Túrin.

Da Wikipedia: Túrin nasce in una Terra di Mezzo distrutta dalla recente vittoria del Signore Oscuro, Morgoth, e delle sue terribili armate. I più grandi combattenti tra Elfi e Uomini sono morti e il padre di Túrin, Húrin, è stato catturato. Per le sue sfide, Húrin e la sua famiglia vengono maledetti da Morgoth per essere condotti nella rovina e nell'oscurità. Ma, come suo padre, Túrin rifiuta di essere abbattuto da Morgoth e crescendo dà inizio alla leggenda di un eroe mortale. Nella terra percorsa dagli Orchi, Túrin unisce a sé una banda di fuorilegge e gradualmente inizia una guerra personale contro la supremazia di Morgoth sulla Terra di Mezzo. Allora il Signore Oscuro rivela la sua arma peggiore, Glaurung, il più possente dei Draghi. Mentre il Drago fa bruciare la Terra di Mezzo, rimane soltanto un uomo che può ucciderlo, ma per farlo dovrà prima vedersela col proprio Destino.



Come di consuetudine il lavoro di Tolkien ci regala piccoli aforismi di una bellezza impareggiabile come "poiché a un uomo che fugge la propria paura può capitare di scoprire che ha solo imboccato la scorciatoia per incontrarla." oppure "Ma dove è tutto affidato al caso, nel caso conviene fidare."

La fine del racconto è poi degno dell'olimpo dei miglior poemi d'Amore della storia della letteratura, con una sofferenza struggente che non lascia indifferenti nemmeno i cuori più aridi.

Per conculdere, ieri mi chiedevo se nel futuro prossimo, l'opera di Tolkien sarà riconosciuta così importante da essere insegnata nelle scuole, al pari dei poemi di Omero e Virgilio, a cui secondo me non ha nulla da invidiare, infondo il Signore degli Anelli è riconosciuto come il miglior libro dello scorso secolo, e non vedo che differenza possa esserci nel trattare le gesta di Achille o di Aragorn, dell'Orlando furioso o di Boromir, di Enea o di Frodo...

Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende,
Sette ai Principi dei Nani nelle lor rocche di pietra,
Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende,
Uno per l'Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra
Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra nera scende.
Un Anello per domarli, Un Anello per trovarli,
Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli,
Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra cupa scende.

mercoledì 20 agosto 2008

Poesia "Il Viaggio"

Ho voluto alternare un Haiku e un Tanka in un componimento di sette strofe.

Notte stellata
passi nel silenzio

buio destino


Occhi veloci
sguardi penetranti
rumori sordi
fruscii cambiano

la realtà intorno


Estate fredda

andare o finire
scelta fondante

Ricerca in sè
nebbie silenziose
bisogno di luce
stanca sensazione

estraneo e solo


Apro gli occhi

spiraglio di luce
non fermarsi mai

Colori veri
viaggio alla fine
sole dà forza
una nuova prospettiva

scorre dentro la vita

Solitario

viaggio dell'anima

unico scopo

Corsica 08 pt.III


Lo Ste pensieroso

Autoritratto subacqueo

Sunshine...

L'Orsa Maggiore e il golfo della liscia visto di notte

Il nostro cacciatore di aquiloni

Le calanche al tramonto

Chiar di Luna visto da una terrazza a Cargese

i fuochi...
Da Corsica 08

Anche noi, come l'acqua che scorre, siamo viandanti in cerca di un mare.
(Juan Baladán Gadea)

martedì 19 agosto 2008

Corsica 08 Pt.II


La spiaggia

Una delle 96 Torri Genovesi della Corsica

Sempre la mia "nipotina"

Statua di Napoleone ad Ajaccio

Porto immersa nella nebbia
Serie di tramonti
Da Corsica 08
Il mare profuma le strade dell’isola, oggi: il Maestrale apre i pori della pelle, lava la faccia alle case, spacca le onde e la rotta. A terra, aspettando che la forza del vento si consumi.
(Emil Cioran)

lunedì 18 agosto 2008

Corsica 08 Pt.I


Sott'acqua

La vista da casa (il golfo della Liscia)

Le Isole Sanguinarie

Artistica ^^

Elisa



Lago Glaciale con Ninfee


Da Corsica 08
"il mondo è un libro chi non viaggia ne legge solo una pagina"
(S.Agostino)
blipper
Follow Gran Burrone - LUltima Dimora Accogliente
My BlogCatalog BlogRank
Aggregatore notizie RSS
vedere profili privati su facebook
italia21.com
siamo dentro