martedì 27 gennaio 2009

Radio Conga



e il 14 tutti al concerto a milano!

Le certezze di una vita…via!Come acqua tra le dita!
Ma se senti che non sei solo anche se il cielo è scuro, cerca un raggio e prendi il volo sopra ‘sto mundo desperado! Che in Helldorado sei quello che hai…ma non ti basta mai!
(negrita - radio conga)

venerdì 23 gennaio 2009

Losing My Religion

Non c'è nulla che calmi lo spirito come un rum e la vera religione.
(Albert Einstein)

martedì 20 gennaio 2009

Questione di Cuore

"Ho fatto una scelta di cuore". Così Kakà ha commentato la decisione sofferta di dire no al Manchester City. "E' stata una settimana difficile, ho vissuto sentimenti contrastanti. Ma l'affetto dei tifosi mi ha commosso. Sabato sera mi sono ritrovato ad essere emozionato come un bambino durante la partita. E la vicinanza avvertita in questi giorni mi ha convinto a prendere la decisione migliore. Ora sono a casa a festeggiare con un paio di amici".



L'amore, come la morte, cambia tutto
Gibran, Kahalil

domenica 18 gennaio 2009

Suma e Berlusconi Bugiardi



Il pastore cerca sempre di convincere il gregge che l'interesse delle pecore ed il proprio siano gli stessi.
(Stendhal)

Chi vende Kakà ce la pagherà!























Soltanto quelli che sanno odiare sanno anche amare.
(Pëtr Kropotkin)

sabato 17 gennaio 2009

Berlusconi Buguardo!!!!

23 luglio 2007

L'uomo si differenzia dal resto della natura soprattutto per una viscida gelatina di menzogne che lo avvolge e lo protegge.
(Hermann Hesse)

Bugiardo!!!

Milano, 5 lug. - (Adnkronos) - ''Assicuro che il signor Ricardo Kaka' e' assolutamente incedibile. E' un impegno d'onore che prendo anche a nome del Presidente Berlusconi''. Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, blinda ancora una volta Kaka' rivolgendosi ai 30.00 abbonati rossoneri. "Io li ringrazio tutti, uno per uno, questi nostri 30.000 abbonati''.


video

Se anche in politica ci ha raccontato tutte queste palle siamo proprio nella MERDA!

Il bugiardo deve avere buona memoria.
(Marco Fabio Quintiliano)

venerdì 16 gennaio 2009

Riccardino






Sign for Kakà non si vende!




È sempre più forte il legame con la maglia rossonera. Nel Milan mi sento a casa
(KAKA' Ricardo Izecson Santos Leite)

mercoledì 14 gennaio 2009

the Simpsons


Margiottina mia bella, mi sono reso conto di essere un "tic" nella parola "MI – TIC – O"... Se tu lo dici a qualcuno...
(Homer J. Simpson)

lunedì 12 gennaio 2009

In ricordo di De Andrè

Benedetto Croce diceva che fino a diciotto anni tutti scrivono poesie e che, da quest'età in poi, ci sono due categorie di persone che continuano a scrivere: i poeti e i cretini. Allora, io mi sono rifugiato prudentemente nella canzone che, in quanto forma d'arte mista, mi consente scappatoie non indifferenti, là dove manca l'esuberanza creativa.
(De Andrè)

domenica 11 gennaio 2009

Chiavi di ricerca di Dicembre

Anche se in ritardo di qualche giorno eccoci col consueto resoconto delle chiavi di ricerca più strambe utilizzate per arrivare su Gran Burrone.





Per il terzo mese consecutivo sono le tette a farla da padrone, come al solito circa 1/4 dei naviganti, che utilizzano un motore di ricerca naufraga sul blog, digitando tette o suoi derivati. Ecco ragazzi sono curioso di sapere dove si parla di tette a Gran burrone, a parte nei resoconti delle query di ricerca mensili. C'è da dire che sto mese anche i culi fanno la loro bella figura con un sacco di query dedicate.... Misteri di San Google! Comunque il migliore è chi ha cercato tette quadrate! ecco mi sa che in anatomia femminile è stato bocciato un bel po' di volte!

Geniale chi ha cercato, ben due persone: scimmia gratta ascelle, non oso nemmeno immaginare cosa cercassero! Ma gli amanti dei nostri cugini primati non si fermano qui, scimmia nana (spero non sia tutta tana!) e scimmia spulciare, ma anche culo scimmia!!!!

Qualcuno ha persino presunto di poter trovare architettura gran burrone.Inoltre questo mese non poteva mancare la solita rubrica sui cuori solitari con chiavi di ricerca: come conquistare una ragazza oppure come sedurre una ragazza, strano manca il solito che cerca come conquistare una barista, forse c'è riuscito, buon per lui!

Al solito abbiamo anche i feticisti dei pipistrelli, oramai habitué del nostro blog, infatti qualcuno ha cercato dove si trova guano di pipistrello.... bah... ma anche chi cerca zampa pipistrello.

Bizzarre la chiave di ricerca: frasi contro i fuochi d'artificio, come se uno potesse urlare qualcosa per fermare un botto e a capodanno forse sarebbe meglio limitarsi, uno per il bollettino da clima di guerra e due per i nostri amici animali che ne soffrono terribilmente, e ve lo dice il proprietario di un maremmano di 50 kg che trema come una foglia! Poi alla faccia della crisi, buttare i soldi in un boom mi sembra una mossa un po' idiota, comunque degustibus, ognuno con i propri danè è libero di far quello che meglio crede, poi però nn si lamenti che non arriva a fine mese. Un po' di coerenza gente!

Dulcis in fundo, c'è anche chi è arrivato a trovarci digitando: il significato delle pietre nei sogni, ecco io non so che significhino ma so che forse dovrebbe mangiare più leggero la sera, eviti la peperonata!




Le altre parti del mondo hanno le scimmie; l'Europa ha i francesi. La cosa si compensa.
(Arthur Schopenhauer)

sabato 10 gennaio 2009

Bambole

i monumenti a cosa servono?
la vera storia non la insegnano
(negrita - bambole)

mercoledì 7 gennaio 2009

Neve by night

P1040636

P1040639

P1040645
Il genio purtroppo non parla
per bocca sua.
Il genio lascia qualche traccia di zampetta
come la lepre sulla neve.
(Eugenio Montale)

martedì 6 gennaio 2009

La befana sotto la neve ^^

Scavando nella storia, scopriamo che per gli antichi greci, l’Epifania era l’azione di una divinità che, invisibile all’occhio umano, manifestava la sua presenza attraverso un segnale, o una visione, o un miracolo.

Il termine epifania infatti letteralmente tradotto vuol dire “apparizione, manifestazione”.
L’Epifania nel IV secolo coincideva con la festa per la nascita di Cristo che si festeggiava il giorno 6 gennaio.

Ma a seguito della decisione dell’ Imperatore Costantino di anticipare la festa cristiana del 6 e di farla coincidere con la festa del Natale del Sole pagano del 25 dicembre, si creò una difformità di rituali.

La Chiesa Cattolica allora “riempì” la festa del 6 gennaio con l’arrivo dei Magi, e la chiamò festa dell’ Epifania. Secondo alcuni studiosi la parola Epifania nel corso del tempo, in particolare in Toscana, è stata modificata dalla lingua locale in Befania e poi Befana.

A Firenze nel 1400 si usava festeggiare l’Epifania rievocando l’ultima tappa del viaggio dei Magi con cortei-processioni spettacolari, ma con ridotta valenza religiosa.

Ma come nasce la figura della vecchietta?

La leggenda della Befana è nata quando i Re Magi partirono carichi di doni (oro, incenso e mirra) per raggiungere Gesù Bambino nella grotta di Betlemme. Attraversarono molti paesi guidati dalla stella cometa e, in ogni luogo in cui passavano, gli abitanti accorrevano per conoscerli e unirsi a loro. Ci fu soltanto una vecchietta che in un primo tempo voleva andare, ma all’ultimo momento cambiò idea, rifiutandosi di seguirli. Il giorno dopo, ravvedutasi, cercò di raggiungere i Re Magi, che erano ormai troppo lontani per essere raggiunti. Per questo la vecchietta non vide Gesù Bambino, né quella volta, né mai. Da allora ella, nella notte fra il 5 e il 6 Gennaio, volando su una scopa con un sacco sulle spalle, passa per le case a portare ai bambini buoni i doni che non fu capace di dare a Gesù.

Così da quel giorno il suo vagare non conosce sosta, impegnata a far visita ai bambini di tutto il mondo nel tentativo di trovare Gesù. Gli studiosi delle tradizioni etnico-popolari fanno notare come la Befana conservi anche un tratto ambiguo, quasi da strega.
Si suppone che essa possa avere qualche sorta di legame con la “vecchia” che si brucia in piazza per festeggiare la fine dell’anno: un simbolo della ciclicità del tempo che continuamente finisce e ricomincia. Ma la tradizione della bruciatura di fantocci si perde nella notte dei tempi, e discende da tradizioni magiche precristiane, prima di fondersi con elementi folcloristici e cristiani. E’ infatti una tradizione dei popoli celtici, che erano insediati in tutta la pianura padana e su parte delle Alpi.
I Celti celebravano strani riti (officiati da maghi-sacerdoti chiamati druidi) durante i quali grandi fantocci di vimini venivano dati alle fiamme per onorare divinità maligne misteriose, tanto che si usava legare insieme ai fantocci vittime sacrificali, animali e prigionieri di guerra.

Attualmente il sei gennaio si festeggia in diversi modi nel mondo, evidenziando come la tradizione della vecchietta a cavallo della scopa con i vestiti stracciati esista solo in Italia.
Ad esempio in Francia nel giorno dell’Epifania si usa fare un dolce speciale, all’interno del quale si nasconde una fava. Chi la trova diventa per quel giorno il re o la regina della festa.
In Islanda il 6 gennaio viene chiamato il tredicesimo, poiché da Natale fino a questa data trascorrono 13 giorni. I festeggiamenti iniziano con una fiaccolata, alla quale partecipano anche il re e la regina degli elfi. A metà strada arriva anche l’ultimo dei Babbo Natale, il tredicesimo (il primo Babbo Natale arriva l’11 dicembre e poi ne arriva uno ogni giorno fino a Natale, poi dal 25 dicembre in poi ne va via uno al giorno). Tutto ha fine con un falò e fuochi d’artificio.
In Spagna la sera del 5 gennaio i bambini attendono i doni dei Re Magi e mettono davanti alla porta un bicchier d’acqua per i cammelli assetati e anche qualcosa da mangiare e una scarpa. In molte città si tiene un corteo durante il quale i Re Magi sfilano per le vie su dei carri riccamente decorati.
Anche in Germania i Re Magi sono protagonisti. Le persone di religione cattolica vanno a messa. Ma il 6 Gennaio non è un giorno festivo, si lavora come al solito e i bambini vanno a scuola.
In Romania i bambini attendono l’arrivo dei re Magi e il 6 gennaio propongono racconti in cambio di qualche spicciolo.
In Ungheria i bambini si vestono da Re Magi e poi vanno di casa in casa portandosi dietro un presepe e in cambio ricevono qualche soldo.
In Russia torna protagonista una figura simile alla nostra befana, chiamata "Babuschka", una vecchietta che, accompagnata da un certo Padre Gelo, distribuisce regali a tutti i bambini.

In Italia la Befana, è raffigurata da una vecchietta che, volando su una scopa, la notte del 5 Gennaio, porta doni ai bambini. Indossa uno scialle sulla testa ed abiti scuri strappati e sporchi di fuliggine, perché per entrare nelle case, quando i bambini dormono, si cala giù dal camino e riempie la calza, da essi preparata la sera prima, di bambole, macchinine, libri, giochi vari e dolciumi. Per chi è stato disubbidiente, la Befana porterà carbone, cipolle, cenere o aglio.

liberamente tratto da http://blog.lamiaombra.it/

P1040620

P1040614

P1040629

P1040629

P1040632

I fiocchi di neve sono tra le cose più fragili eppure guarda che possono fare insieme

giovedì 1 gennaio 2009

Felice 2009!

Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso, e la saggezza di comprendere sempre la differenza.
(K. Vonnegut)
blipper
Follow Gran Burrone - LUltima Dimora Accogliente
My BlogCatalog BlogRank
Aggregatore notizie RSS
vedere profili privati su facebook
italia21.com
siamo dentro